Appunti di (non) lavoro

Avevo programmato un post per oggi; ho fatto un passo indietro, oggi è il 1° maggio, buona festa dei lavoratori a tutti.

A domani con Working in UK

Il Quarto Stato (1901) di Pellizza da Volpedo (liberamente tratto da Wikipedia):

Opera simbolo del XX secolo, rappresenta lo sciopero dei lavoratori ed è stata eseguita secondo la tecnica divisionista. Non solo raffigura una scena di vita sociale, lo sciopero, ma costituisce un simbolo: il popolo, in cui trova spazio paritario anche una donna con il bambino in braccio, sta avanzando verso la luce. Il dipinto è lo sviluppo completo di questo tema, già affrontato dall’artista in dipinti come Ambasciatori della fame, Fiumana e un bozzetto preparatorio del 1898, Il cammino dei lavoratori. La composizione del dipinto è bilanciata nelle forme e movimentata nelle luci, rendendo perfettamente l’idea di una massa in movimento.

Così lo descrive il suo autore:

« Siamo in un paese di campagna, sono circa le dieci e mezzo del mattino d’una giornata d’estate, due contadini s’avanzano verso lo spettatore, sono i due designati dall’ordinata massa di contadini che van dietro per perorare presso il Signore la causa comune…  »

È conservato a Milano nel museo del Novecento; la versione preliminare, denominata La fiumana, è esposta sempre a Milano presso la Pinacoteca di Brera.

Cosa pensate del Quarto Stato?

Alberto Ponza

Informazioni su Alberto Ponza

Lavoro in due cooperative sociali: presso la Cooperativa Luciano Donghi di Lissone coordino un servizio di “Residenzialità leggera” per persone con diagnosi psichiatrica, ad Arcore per La Piramide Servizi mi occupo di progettazione, sviluppo, supporto gestionale. A questo affianco attività di counseling e supporto psicologico oltre alla ricerca e consulenza nell’area della psicologia delle organizzazioni, del lavoro e della salute. Vivo in provincia di Monza e Brianza Telefono: 388 6072790 Mail: psicologodibase@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Esperienze di lavoro e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Appunti di (non) lavoro

  1. mainograz ha detto:

    Grande Alberto che:
    – ci ricordi che oggi è una festa: si celebra il lavoro (art. 1 della Costituzione italiana);
    – che il lavoro è (anche) lotta sociale (e individuale?);
    – che nel lavoro c’è ambivalenza (liberazione e condanna, divertimento e fatica, affermazione e sottomissione, …);
    – che il lavoro non è un valore immutabile (semmai una categoria storica tutta da definire nel presente: cosa chiamiamo oggi lavoro?);
    – che c’è un sacco di lavoro invisibile… la donna del quadro ad esempio (che ‘lavoro’ esprimeva ed esprime?).
    – se oggi dovessimo ridisegnare “Il Quarto Stato” cosa cambieremmo…?

    Insomma grazie!
    Graziano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...