Working in the UK

In preda a manie esterofile ho partecipato a un workshop sulla mobilità internazionale, Internships and jobs abroad, promosso da Eures (European employment services) per verificare se le mie intenzioni possono tradursi in realtà (dopo aver appreso il prossimo futuro del welfare in Italia e in Lombardia direi che la partenza è più vicina).

Una slide con un punto elenco ha modificato  quelle che ritenevo “certezze” utili a promuovermi all’estero (e anche in Italia in un certo senso):

  • essere concisi e selezionare le esperienze significative, massimo due pagine (il mio cv da questo punto di vista è imbarazzante);
  • quantificare: dire cosa si è in grado di fare; dice poco “lingua inglese buona”; dice un po’ di più “capacità di sostenere un colloquio in inglese”;
  • evitare il formato europeo: è preferibile un cv personalizzato, da lì si carpiscono già alcune informazioni. Concordo, in barba alla standardizzazione. Credo che sia: “Dimmi che lavoro cerchi e ti dirò che CV devi mandare”. Che non esista un CV per tutte le occasioni è cosa arcinota, più impegnativa la sua personalizzazione per ogni candidatura;
  • evitare di inserire immagini personali: l’aspetto fisico non conta, ma dubito che per una commessa del reparto di profumeria di Harrods non si badi alla  “bella presenza”;
  • evitare di indicare la data di nascita: l’idea sottostante, questo è quello che ho intuito, è che chi seleziona non dovrebbe discriminare secondo questa variabile; non so, mi immagino alla ricerca di una persona che abbia maturato una certa esperienza, avrà necessariamente un’età maggiore di una meno esperta; o forse no, l’esperienza non si accompagna necessariamente con l’età, anzi per alcune competenze è inversamente proporzionale;
  • evitare di indicare lo Stato di provenienza;
  • evitare di indicare lo stato civile;

Insomma, il CV per la Gran Bretagna è un insieme di indicazioni che mi porta a ristrutturare alcune credenze: si chiama CV europeo, si userà in Europa…pare di no, anche in Svezia è “bandito”.

Credo però che non sia il “divieto” che porti chi seleziona/cerca a non discriminare per età, genere, aspetto fisico, quanto piuttosto un processo educativo, una sorta di rivoluzione culturale; qualcosa che muova verso un reale cambiamento, non una repressione di istinti che, venendo meno i divieti, si ripresentano più forti di prima. In UK gli esempi non mancano…

E in Italia? Si possono trarre alcune indicazioni generali? Qui è possibile trovare alcuni spunti.

Alberto Ponza

Informazioni su Alberto Ponza

Lavoro in due cooperative sociali: presso la Cooperativa Luciano Donghi di Lissone coordino un servizio di “Residenzialità leggera” per persone con diagnosi psichiatrica, ad Arcore per La Piramide Servizi mi occupo di progettazione, sviluppo, supporto gestionale. A questo affianco attività di counseling e supporto psicologico oltre alla ricerca e consulenza nell’area della psicologia delle organizzazioni, del lavoro e della salute. Vivo in provincia di Monza e Brianza Telefono: 388 6072790 Mail: psicologodibase@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Esperienze di lavoro e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Working in the UK

  1. mainograz ha detto:

    Una rapida considerazione.
    I CV più sono brevi e più è facile leggerli (e ponderarli).
    Inoltre penso che i CV dovrebbero servirsi delle indicazioni del format europeo per verificare di inserire le informazioni basilari.
    Sul trascurare l’età, la nazionalità, la presenza, mi chiedo perché non il genere…
    In ogni caso, se si giunge al colloquio, qualcosa di noi come persone dovremmo dovrebbe trasparire.
    E in ogni caso meglio essere scartati prima che dopo;-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...